18/03/2020

INTERVISTA A GIACOMO MANZI

Ufficio stampa Benedetto XIV


Sfruttando lo stop dei campionati, abbiamo intervistato Giacomo Manzi, numero #4 della Tramec Cento.

Ciao Jack! Ci tocca cominciare con una domanda "strana"... come passi le tue giornate, ora?
Ciao a tutti! In questo periodo le giornate le passo seguendo ogni giorno le lezioni online dell’università e allenandomi facendo gli esercizi che ci manda Paolo! Inoltre, cerco di preparare qualche dolce (con scarsi risultati), e gioco un po’ a nba2K che non fa mai male…

Sei un under (classe 2000) ma è già la tua terza stagione da aggregato in prima squadra. Centese, cresciuto nel vivaio biancorosso... recentemente hai avuto la gioia dei primi punti in Serie B. Cosa hai pensato quando la palla è entrata nel canestro?
È stata come una liberazione ma anche una grande soddisfazione, da piccolo per me era un sogno quello di giocare e segnare con la maglia della prima squadra. Poi, da quando sono aggregato è diventato un obbiettivo, e segnando quei canestri mi sono tolto un grande sassolino dalla scarpa…

C’è un aneddoto che pochi conoscono: lo scorso anno, in A2, la Baltur Cento sfidò al Paladozza la capolista Fortitudo. Il capitano Benfatto era assente per infortunio, e... ci dici chi fu il capitano in quel match?
Il capitano di quella partita fu il sottoscritto! Purtroppo non entrai in campo, ma essere stato chiamato alla presentazione delle squadre come capitano in un ambiente così suggestivo è uno dei più bei ricordi della scorsa annata… Capitano al Paladozza!

Giocatore preferito?
Io sono un’amante della NBA vecchio stampo, infatti da sempre il mio giocatore preferito è Magic Johnson, per questo tifo Lakers!

Modello sportivo a cui ti ispiri?
Non ho uno sportivo preciso a cui mi ispiro. Cerco di prendere spunto da diversi atleti sia per i movimenti tecnici sia per la mentalità. Qualche nome può essere Bird, Kobe, Lebron e di altri sport Muhammad Ali.

Al di fuori del basket, tifi per...
Negli sport individuali tifo per gli atleti italiani in generale, del resto non tifo nessuno in particolare.

La prima volta che ti ricordi di aver toccato un pallone da basket...
Ricordo il primo allenamento al Palazzetto di cento, avevo 6 anni. Iniziai a giocare quasi per caso, ma da quel primo momento nacque una passione fortissima per questo sport.

Quando non giochi a basket e ti rilassi... hobby/passioni/interessi?
Quando non gioco a basket principalmente esco coi miei amici, quando sono a casa ascolto tanta musica e passo del tempo con la mia famiglia.

Non c’è solo la Tramec Cento: sei in doppio tesseramento con la Peperoncino Basket (Serie D). Come stava andando il campionato, prima della sospensione.
Molto bene, al momento occupiamo la settima posizione in classifica! Stava andando bene anche per me come giocatore, quest’anno sto avendo un buon rendimento, noto dei miglioramenti dalla stagione scorsa e soprattutto mi trovo bene coi miei compagni di squadra e lo staff del Peperoncino!

Un messaggio ai nostri tifosi!
Prima di tutto ci tengo a ringraziarli per i cori che mi dedicano, mi danno sempre carica ed emozione. È importante che anche loro come noi portino pazienza, e che arrivino carichi al massimo per il ritorno in campo…magari nella nostra casa.